FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Facebook, 29 milioni di account violati nellʼultimo attacco hacker

Il social network ha poi precisato che "il cyberattacco non ha riguardato Messenger, Instagram, Whatsapp, Oculus, Workplace"

I dati di 29 milioni di persone sono stati compromessi nell'ultimo attacco hacker scoperto da Facebook due settimane fa. Lo ha reso noto il colosso correggendo quanto aveva precedentemente riferito: inizialmente si era parlato di 50 milioni di utenti coinvolti. Il social network ha poi precisato che "il cyberattacco non ha riguardato Messenger, Instagram, Whatsapp, Oculus, Workplace". L'Fbi indaga sul caso.

Gli hacker hanno avuto accesso a nome, indirizzo email e numeri di telefono di 29 milioni di utenti. Mentre hanno ottenuto ulteriori dati, come la città natale, la data di nascita, gli ultimi 10 posti che hanno cercato o le 15 ultime ricerche, per 14 milioni di account. Un milione di persone invece è stato colpito dall'attacco ma senza violazione di dati. Facebook intende inviare messaggi agli utenti i cui account sono stati hackerati.

"Continueremo a collaborare con l'Fbi, la Federal Trade Commission statunitense, la Irish Data Protection Commission e altre autorità", ha assicurato Facebook in una nota.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali