FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Compiti per le vacanze: sono utili oppure no?

Come gestire al meglio temi, operazioni e tabelline anche in ferie

Compiti per le vacanze: sono utili oppure no?

Il dibattito sui compiti delle vacanze, che un tempo non esisteva, è ormai uno dei temi più caldi nelle discussioni tra genitori e tra questi ultimi e gli stessi docenti. Una scuola di pensiero sostiene siano utili per ripassare e tenere allenata la mente. Altri, invece, li ritengono una forzatura e una sorta di ostacolo a quello che dovrebbe essere la vacanza per i bambini e i ragazzi. Anche tra docenti, troviamo approcci diversi: alcuni insegnanti decidono di non assegnare alcun compito, altri invece subissano i bambini di attività scolastiche anche per l'estate. Poi esiste una categoria di docenti che sceglie una saggia via di mezzo, assegnando pochi compiti e incentivando i piccoli alla lettura durante il periodo estivo. Ma cosa fare, quando i compiti ci sono?

Non spingere i bambini a boicottarli - Sembrerà strano, ma ormai i genitori possono anche chiedere ai bambini di non fare i compiti quando, invece, i piccoli li farebbero senza alcun problema o trauma. Insomma, ci si concentra più sul mondo degli adulti, invece che su un universo differente che è l'infanzia. Se i bambini mostrano volontà e desiderio di tuffarsi nel libro delle vacanze, vanno assecondati tenendo per sé le proprie opinioni.

La sana pausa - Una soluzione intelligente è lasciare ai bambini e ai ragazzi una vera e propria pausa di relax e sana noia, alla fine della scuola. Già ci pensano i centri estivi, necessari per i genitori che lavorano, a scandire immediatamente le giornate del bambino. Inserire, da subito, anche il momento compiti forse non è una buona idea. Meglio aspettare che le giornate siano effettivamente più "vuote".

Trovare il momento giusto - Nell'arco della giornata, può esserci un momento ideale per dedicarsi ai compiti delle vacanze. Per esempio, dopo pranzo prima di tornare in spiaggia. Oppure, se si è in città, al mattino presto e sul terrazzo o balcone ombreggiati. O, ancora, alla sera dopo la doccia e prima di cena. Ciò che conta è che si tratti di un tempo breve e trascorso in un contesto di relax.

La bellezza della lettura - Sono numerosi gli insegnanti che puntano sulla lettura in vacanza. Dai grandi classici a libri divertenti e più contemporanei. La lettura, per i bambini e i ragazzi, però non dovrebbe essere un'imposizione o un compito, bensì un piacere. Per crescere futuri lettori, e dunque adulti più liberi e mentalmente aperti, è importante dare loro il buon esempio. Se mamma e papà sfoderano un libro durante la "siesta", è facile che i bambini abbiano voglia di fare lo stesso. Grande libertà, però, sulla scelta dei titoli: in questo caso, può essere autorizzato anche deviare dal percorso tracciato dalle insegnanti e lasciar fare ai bambini, mettendo loro a disposizione tutta la libreria di casa o portandoli in biblioteca. Se il docente è preparato, apprezzerà anche cambiamenti in corso di buon senso: d'altronde, leggere significa anche essere liberi.

No all'ansia da prestazione - Non tutti i bambini sono in grado di suddividere il volume dei compiti in modo efficace ed equilibrato: se la mole di lavoro richiesta è oggettivamente esagerata, è opportuno non opprimere i piccoli con il senso del dovere persino durante l'estate. In tal caso, ma sono situazioni fortunatamente rare, i genitori potranno poi parlarne alle insegnanti in concomitanza con il ritorno a scuola.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali